Sidebar

Approvato il nuovo Regolamento Unico Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali

 

Il 14 aprile 2016 il nuovo Regolamento Unico Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali è stato ufficialmente approvato dal Parlamento Europeo. 

Il Regolamento, la cui pubblicazione è prevista nel mese di giugno p.v., sostituisce tutte le normative nazionali in materia di privacy, in particolare per quanto riguarda l’Italia, il D.Lgs. 196/03, consentendo un’informità normativa in tutti gli stati dell’Unione. 

Il Regolamento introduce nuove tutele e diritti a favore degli interessati, in particolare:

  • diritto alla “portabilità del dato” (ad. es. nel caso in cui si intendesse trasferire i propri dati da un social network ad un altro);
  • diritto all’oblio, ovvero la possibilità di richiedere, per motivazioni legittime, la cancellazione dei propri dati in possesso di terzi.

Allo stesso tempo il Regolamento introduce anche nuovi obblighi a carico dei Titolari e Responsabili del trattamento dei dati, in particolare:

  • l’onere, in base al principio della accountability, di dimostrare l’adozione di tutte le misure di privacy;
  • la redazione di un “modello organizzativo e di sicurezza privacy”.

Inoltre, per tutti gli enti pubblici e per alcune tipologie di imprese, scatterà l’obbligo di nominare un DPO (Data Protection Officer) interno o esterno, con un’ampia conoscenza della normativa, che sarà in relazione diretta con i vertici aziendali. 

Gli adempimenti previsti dovranno essere recepiti dalle aziende entro due anni dall’entrata in vigore ufficiale del Regolamento, prevista per il mese di luglio.