Sidebar

Approvato il Piano Nazione Anticorruzione 2016

 

In data 24 agosto u.s. è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il testo definitivo del Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) 2016 approvato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) con la delibera n. 831 del 3 agosto 2016.

Il PNA 2016 è il primo predisposto e adottato dall’ANAC ai sensi dell’art. 19 del D.L. n. 90/2014 che ha trasferito interamente all’Autorità le competenze in materia di prevenzione della corruzione e della promozione della trasparenza nella Pubblica Amministrazione.

Il PNA 2016 è in linea con le rilevanti modifiche legislative intervenute recentemente (D.Lgs. n. 50/2016 sul Codice dei contratti pubblici e D.Lgs. n. 97/2016 c.d. “Decreto FOIA”), in molti casi dando attuazione alle nuove discipline della materia, di cui le amministrazioni dovranno tener conto nella fase di attuazione del PNA nei loro Piani triennali di prevenzione della corruzione (di seguito PTPC), in particolare a partire dalla formazione dei PTPC per il triennio 2017-2019. Ulteriori rilevanti innovazioni deriveranno anche dai decreti delegati in materia di società partecipate dalle pubbliche amministrazioni, dai decreti sulla dirigenza pubblica e dal nuovo Testo Unico sul lavoro nelle pubbliche amministrazioni in corso di approvazione.

Nel nuovo PNA risulta inoltre rafforzato il ruolo dei Responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) quali soggetti titolari del potere di predisposizione e di proposta del PTPC all’organo di indirizzo. È, inoltre, previsto un maggiore coinvolgimento degli organi di indirizzo nella formazione e attuazione dei Piani così come di quello degli organismi indipendenti di valutazione (OIV). La nuova disciplina persegue, inoltre, l’obiettivo di semplificare le attività delle amministrazioni nella materia, ad esempio unificando in un solo strumento il PTPC e il Programma triennale della trasparenza e dell’integrità (PTTI) e prevedendo una possibile articolazione delle attività in rapporto alle caratteristiche organizzative (soprattutto dimensionali) delle amministrazioni.

In continuità con l’impostazione dell’Aggiornamento 2015 al PNA, a una parte generale volta ad affrontare problematiche relative all’intero comparto delle pubbliche amministrazioni (e dei soggetti di diritto privato in loro controllo), segue una parte dedicata ad una serie di approfondimenti specifici, per alcune amministrazioni che hanno mostrato maggiori problematiche nell’applicazione della legge e in alcuni settori particolarmente esposti a fenomeni di corruzione, ovvero piccoli comuni, città metropolitane, ordini e collegi professionali, istituzioni scolastiche, tutela e valorizzazione dei beni culturali, governo del territorio, sanità.

Un approfondimento specifico è stato infine dedicato alla misura della rotazione ed alcune indicazioni integrative concernono la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti, determinazione n. 6/ 2015 «Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)».

 

Per la consultazione integrale del PNA 2016 clicca qui.