Sidebar

Approvato il decreto FOIA

Il Consiglio dei Ministri del 16 maggio scorso ha approvato il “decreto legislativo recante la revisione e la semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della L. 190/2012 e del D.Lgs. 33/2013, ai sensi dell’art. 7 della L. 124/2015 in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.

Il decreto introduce una nuova forma di accesso civico ai dati e documenti pubblici equivalente a quella che nel sistema anglosassone è definita Freedom of Information Act (FOIA).

In estrema sintesi il decreto prevede quanto segue:

  • ogni cittadino potrà richiedere, senza fornire motivazione, qualsiasi informazione in possesso della Pubblica Amministrazione;
  • l’accoglimento o il rifiuto della richiesta di accesso dovranno avvenire con un provvedimento espresso e motivato;
  • l’accesso potrà essere rifiutato o limitato solo qualora sia necessario ad evitare un pregiudizio concreto alla tutela ad uno degli interessi pubblici o privati indicati nel decreto stesso;
  • in caso di rifiuto o limitazione della richiesta, il cittadino potrà presentare richiesta di riesame e ricorso;
  • in caso di accoglimento della richiesta, l’eventuale controinteressato potrà presentare richiesta di riesame e ricorso;
  • il rilascio dei dati e documenti richiesti dal cittadino sarà gratuito.

Si attende la pubblicazione del testo definitivo in Gazzetta Ufficiale. A partire da tale data il decreto diventerà effettivo entro sei mesi.

 

Per consultare il testo integrale del decreto clicca qui.